Banner Mitreden

#Patrimonio2018

E proprio questo

Patrimonio culturale

La consapevolezza di appartenere a una determinata società si basa su un patrimonio culturale comune. È un patrimonio che, in modo talora consapevole e talora inconsapevole, facciamo nostro sin dall’infanzia ed è costituito dalle tradizioni, dalle opere d’arte, dall’architettura, dai paesaggi, dal cibo e dall’artigianato con cui siamo costantemente in contatto.

Tutti devono poter beneficiare di questa ricchezza e quindi anche dell’Anno del patrimonio culturale 2018. I diversi ambiti del patrimonio culturale non sono delimitati da confini netti, per cui è desiderabile che i vari attori interagiscano, collaborino e si associno.

In occasione dell’Anno del patrimonio culturale 2018, siamo tutti invitati a vedere le nostre attività culturali come facenti parte di un patrimonio condiviso, a coinvolgere un pubblico più ampio del solito e a promuovere un dialogo comune.

I tre livelli d’impatto del patrimonio culturale

La campagna mira a mettere in evidenza il valore del patrimonio culturale per il singolo individuo, per la società e per l’influsso positivo che esso ha in molteplici ambiti. Questi tre livelli d’impatto sono il denominatore comune delle numerosissime attività che si svolgono in occasione dell’Anno del patrimonio culturale 2018.

Banner Startseite

Il patrimonio culturale è un regalo: anche tu, come chiunque, puoi usufruirne. Allo stesso tempo, il patrimonio culturale ha bisogno del tuo impegno, affinché possa esistere anche per le generazioni future.

Il patrimonio culturale è il mio patrimonio.

Senza l’impegno di ognuno, non è possibile garantire il mantenimento, la tutela e la continuità nel tempo del nostro patrimonio culturale. Se le singole persone non vi si identificano, in molti casi non ci si renderebbe nemmeno conto della sua esistenza. Tutti hanno diritto al patrimonio culturale. Se la condivisione del patrimonio culturale conduce a reazioni positive come la curiosità, il piacere, l’orgoglio e l’entusiasmo, possiamo anche convincere la gente a impegnarsi di persona a salvaguardarlo.

Il primo livello d’impatto, quello individuale, cambia la percezione del patrimonio culturale da qualcosa di astratto, su cui il singolo non sembra avere influsso, a un'esperienza concreta e interattiva.

Teaser Story Test

Il patrimonio culturale è una ricchezza condivisa. È parte della nostra storia e ha un influsso sul qui e ora. Abbiamo una responsabilità comune nel garantirne il futuro.

Il patrimonio culturale è il nostro patrimonio.

Il nostro patrimonio culturale non agisce solo sull’identità del singolo, ma è anche un punto di riferimento per la società nel suo insieme. Ci circonda e influisce su di noi, spesso senza che ce ne accorgiamo. Diamo per scontato che ci sia. Dobbiamo impegnarci insieme a riconoscerne l’importanza e l’esistenza, e a far capire alla comunità quale valore e quale importanza esso ha per il presente. La società ha inoltre il compito permanente di trovare un modo di gestire il patrimonio culturale affinché possano usufruirne anche le generazioni future.

Il secondo livello d’impatto, quello sociale, invita a discutere sulla responsabilità sociale nei confronti del patrimonio culturale odierno e futuro.

Banner Startseite: Heimatschutz Bergell

Il patrimonio culturale vive attraverso le persone che lo scoprono, ne parlano, se ne prendono cura, ne fruiscono e lo fanno evolvere. In tal modo, esso cambia di continuo e così muta anche la percezione che abbiamo di lui. Un dialogo attivo aiuta a trovare nuove soluzioni.

Il patrimonio culturale è più di quanto si pensi.

Il patrimonio culturale è una risorsa cospicua ma finita. Genera valore, contribuisce alla qualità di vita e può fungere da base per innovazioni future. Mantenere, tutelare, trasmettere e far continuare a vivere il patrimonio culturale ha però un costo che può limitare le possibilità d’intervento dei settori pubblico e privato. Questi eventuali problemi vanno riconosciuti per tempo e richiedono un dialogo fra i vari attori. L’Anno del patrimonio culturale 2018 offre l’opportunità di far luce sui punti di convergenza e divergenza per poi cercare nuove soluzioni.

Il terzo livello d’impatto, quello contestuale, identifica e comunica la ricchezza di potenziale del patrimonio culturale, cercando il dialogo con l’opinione pubblica per quanto riguarda le opportunità e le sfide da affrontare.